Golden Goose Bimba

A thoughtful person with whom I had dialogues on the Internet and through email said to me: “If you would like to know why I have rejected Christianity, I will be glad to tell you. His questions were previously online but are no longer available. [31] Here are some [of my] reasons:” His questions to me are in bold and are indicated as Q.

Q: Can I mix different models in one container?A: Yes, different models can be mixed in one container, but the quantity of each model should not be less than MOQ.5. Q: How does your factory do regarding quality control?A: Quality is priority. Highper People always attach great importance to quality control from the very beginning to the end of the production.

E poi c’è Vincent Tuquedenne, quanto di più simile in questa amarognola commedia per più voci a un protagonista: schivo, malinconico, abitudinario, “asceta per debolezza”, si professa ora dadaista ora bergsoniano, vive di paradossi, di barbosissime letture e di poesia situazionista, ma il tempo tende più che altro ad ammazzarlo senza concludere nulla. Tra gli uomini maturi spicca il “Pasticca” Tolut, professore di geografia in pensione, macerato dal rimorso nella convinzione di non aver insegnato adeguatamente bene la materia, non avendo mai viaggiato. A scatenare questi dubbi quasi fuori tempo massimo è il fatale incontro con Brabbant, piccolo truffatore dalle mille identità, un Landru che non uccide e che ha deciso di tentare il tardivo salto di qualità con un raggiro memorabile, per sistemarsi fino alla fine dei suoi giorni.

Proprio come il suo protagonista, Pennac si rivela un affabulatore di razza e da vita a una realtà narrativa ricca di fascino e personaggi memorabili, dalla quale è quasi inevitabile lasciarsi irretire. “Il Paradiso degli Orchi” è un testo agile, breve, eppure denso di invenzioni strepitose e dettagli appassionanti, a cominciare dai fantasmagorici resoconti finzionali che Benjamin smercia ai fratelli bambini a fine giornata. Tra un omaggio alla Roma di Gadda e alla Parigi di Sue, alla Mosca di Dostoevskj e alla Londra di “Blow Up”, prende forma un giallo surrealista, un noir virato in chiave felicemente pop che, come il saggio interpretato dal guardiano notturno Stojil, ha la sua massima forza nell’umorismo, “irriducibile espressione dell’etica”.

I asked myself,”What about an AK 47 and plenty of ammunition?” The police get the blue flu sometimes, you know. They say this influenza comes from hog, chicken and human DNA. DNA? Now that’s not something you find just floating around in the sunshine.